chi siamo

L’idea di dar vita al CEDISE – Centro Europeo Diffusione Informazione Sardegna Estero –venne, nel 2010, a un gruppo di amici che, a vari livelli – Università, libera professione e amministrazione pubblica –, si occupavano di problemi internazionali. L’idea di fondo era creare un legame culturale tra tutto ciò che poteva riguardare una Sardegna che si proiettava fuori dei confini regionali e ciò che di essa – e i sardi, in particolare – poteva esistere all’estero e nel resto dell’Italia. Naturalmente l’attenzione non era e non è rivolta a chi guarda alla nostra isola esclusivamente in termini nostalgici o di semplice curiosità turistica o folcloristica o archeologica, ma a chi si rapporta a essa soprattutto nel senso della modernità e della globalità.

Coerentemente con queste finalità il primo obiettivo non poteva non essere che di ricollegarsi in tutti i modi con il variegato e vivace mondo dei sardi che risiedono fuori dell’Isola la cui consistenza numerica è pari a quella dei residenti mentre il loro attivismo e la riuscita nel complesso non è inferiore, se non addirittura è superiore. Da lì l’idea di affiliarsi all’UNAIE – Unione Nazionale Associazioni Immigrati Emigrati – la più consistente organizzazione del settore che raccoglie le principali famiglie cui fanno capo le associazioni d’italiani all’estero. Le prime uscite del CEDISE sono state, quindi, di tipo culturale. Segnatamente un convegno tenutosi nel 2012 sulla natura e i problemi dei sardi residenti in Australia (tenutosi al Dipartimento di Linguistica dell’Università di Cagliari) e un altro – di livello internazionale – organizzato tra studiosi italiani e tedeschi alla Biblioteca della Regione Sardegna su un tema specifico: il lavoro di diverse decine di ragazze sarde in uno stabilimento tedesco, vicino a Francoforte, dell’industria italiana della Ferrero, che, dagli anni Sessanta, arruola regolarmente lavoratrici stagionali della provincia del Sulcis. Accanto a queste iniziative e ciò che le ha precedute e seguito in fatto di preparazione, di pubblicazioni di atti e di mantenimento di rapporti, si è svolta un’intensa attività di collegamento col resto dell’associazionismo italiano, attraverso l’UNAIE, e di raccordo con quello sardo che si è espresso anche attraverso un’importante documentazione reperibile sul sito.

Attualmente è in corso lo svolgimento di una grande inchiesta sui giovani sardi che si trovano nell’Italia continentale e all’estero, di cui si riferisce in altre parti del sito. Per finire il CEDISE è un’associazione aperta a tutti ed è composta prevalentemente da giovani studiosi e professionisti che prestano la loro attività a titolo di puro volontariato.

Shares